Cade l’ultima roccaforte dell’Isis. Bandiera SDF piantata a Baghouz celebra la vittoria sullo Stato Islamico.

Bandiera SDF piantata a Baghouz celebra la vittoria sullo Stato Islamico.

Come parte dell’operazione finale per porre fine al terrorismo, le Forze democratiche siriane (SDF) hanno liberato Baghouz, l’ultima area occupata dall’ISIS in Siria, mettendo fine alla presenza militare dell’organizzazione terroristica nel paese.

Il 21 marzo, dopo aver annunciato che l’area di Baghouz è stata ripulita dall’ISIS mentre le operazioni di ricerca e di pettinatura stavano continuando, la SDF ha piantato la loro bandiera in segno di vittoria sull’ISIS durante una cerimonia tenutasi sabato.

Un certo numero di comandanti della SDF, tra cui il comandante della campagna Çiya Fırat, nonché portavoce e combattenti della SDF hanno partecipato alla cerimonia mentre la bandiera della SDF è stata piazzata a Baghouz, l’ultimo punto al confine tra Iraq e Siria.

In un breve discorso durante la cerimonia, il Comandante della SDF Çiya Fırat ha celebrato la storica vittoria sull’ISIS per i combattenti e il popolo della regione, dicendo; “Oggi abbiamo completato la nostra campagna liberando Baghouz, l’ultima area rimasta nelle mani dell’ISIS. Dedichiamo questa vittoria ai popoli curdi, arabi e siriaci e a tutti i popoli della regione e del mondo. Dichiariamo la sconfitta territoriale di ISIS e la finalizzazione della nostra campagna.

L’operazione finale verso Baghouz è stata lanciata il 9 febbraio dopo la liberazione dell’area di al-Sousse dall’ISIS.

Con la sconfitta dell’ISIS a Baghouz, tutti i territori occupati dall’organizzazione terroristica sono stati ripresi.

L’ISIS è stato in grado di occupare molto facilmente Mosul senza impegnarsi in alcuna battaglia nel giugno 2014 prima di dichiarare il suo “Califfato” e iniziare a fare progressi in un vasto territorio che si estende dall’Iraq alla Siria commettendo crimini brutali e atti selvaggi.

Come parte dell’occupazione, l’organizzazione terroristica si rivolse dapprima a Maxmur e Sinjar. Il 3 agosto 2014 l’ISIS ha compiuto un’aggressione genocida contro Sinjar, la terra dell’antica comunità curda yazida, che ha provocato il massacro di migliaia di persone, rapite e ridotte in schiavitù nelle mani delle bande brutali.

La storica resistenza di Kobane mise fine all’avanzata dell’ISIS. L’organizzazione terroristica ha subito un declino con la vittoria di Kobanê e ha subito un’eliminazione totale il 21 marzo, durante la celebrazione del Newroz, nel 2019.

Fonte: ANF

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: