Sulla preparazione dei movimenti sociali italiani nell l’affrontare le emergenze e non trovarsi mai pronto

Brigate Volontarie per L’emergenza Siracusa, ecco la pagina ufficiale, fate giare, invitate tutti e tutte i vostri contatti e sopratutto donate.
Il Mutuo Appoggio in questi casi e la base per un futuro fatto di rivoluzione ed essa si fa interagendo con i popoli e non favendo riunioni magari essendo sempre meno e riunioni chiusi in se stesse/e senza però voler screditare le dicine di assemblee che i compagni e le compagne ogni giorno fanno con cuore e amore ma purtroppo ormai si è arrivati al punto di essere sempre mano partecipanti alle riunioneli.
Ci voleva un Virus per risvegliaree le anime ormai quasi mummificati dei movimenti. Scusate lo sfogo ma ho patito molto l’essere tornato dalla Siria e aver trovato compagni compagnex movimenti sempre piu passivi in Italia sensa nemmeno avere più la base della discussione che è il rispetto è l’autocritica che mi faccio anche io stesso perché pure io sicuramente ho contribuito che si creasse questa situazione e su ciò faccio una quotidaniamente uns
grossa autocritica enorme che ho imparato nel Nord della Siria dove nel movimento rivoluzionario del Rojava critica/autocritica e la base di butto.
Direi quale occasione migliore anche se purtroppo in una immensa disgrazia che ha colpito il mondo intero possa essere un’occasione per allacciare rapporti umani per scambi di idee, riflessioni ecc e di questo lo Stato ha paura vista l’operazione a Bologna in cui la procura dichiara senza mezzi termini “che in un situazione di forte disagio sociale gli anarchici possono avere un ruolo primario e importante nella possibile rabbia sociale che sta covando tra la popolazione e quindi fomentare lo scontro sociale contro lo stato, Parole dette senza mezzi termini dopo l’operazione contro 12 compagni di Bologna, 7 donne e 5 uomini di cui 7 in carceri diversi e isolati per le disposizioni sul Coronavirus e 5 con obblighi vari che vanno dai firme quotidiane i divieti di dimora
Certo se avremmo lavorato prima piu intensamente che arrivasse il CORONAVIRUS saremmo stati forse più preparati e magari qualcosa in più a livello di lotta sociale, lo scontro sociale contro lo stato e lottando con un’organizzazione più preparata avremmo già ottenuto qualcosa invece di essere sempre più povere e rincorrere sempre ogni cosa che succede.

Paolo Andolina Pachino.

18 maggio 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: